I corsari alla premiazione Racconti Corsari 2009

Standard

Uscito sull’Eco di Torino un articolo che parla del nostro Circolo Letture Corsare in maniera indiretta. Protagonisti questa volta i nostri "corsari" nel corso della premiazione del Concorso Letterario "Racconti Corsari 2009".

Link dell’articolo: http://www.ecoditorino.org/racconti-corsari-2009-la-premiazione-del-concorso-letterario.htm

Nell’articolo si legge:

Racconti Corsari 2009, la premiazione del concorso letterario

<!– –>

Racconti Corsari 2009 - Premiazione

Caselle Torinese – Si è svolta, sabato scorso, la premiazione della quinta edizione del Premio letterario nazionale “Racconto Corsari”. Come era preannunciato, dal titolo del libro contenente i quattro racconti vincitori, hanno vinto le passioni; se ne sono accorti tutti, dagli organizzatori, ai premiati e ai membri della giuria. L’arguta “leggerezza”, con la quale si sono affrontati i temi forti emersi dal confronto sui testi, e i momenti personali, particolarmente emozionanti, hanno contraddistinto la serata.
Lo si è compreso subito con Luigi Spiota, vincitore della sezione Piemonte, che ha mostrato il poncho del nonno emigrato in Argentina, protagonista del bel racconto “Tumas”; un poncho antico di 110 anni, con le sue iniziali, ne ha narrato la storia con parole calde e piene di nostalgia.

La parola chiave di questa edizione, come ha ben rimarcato il presidente della giuria -lo scrittore Gian Luca Favetto-, è stata l“amicizia”, una costante all’interno del dibattito.
Ne è un esempio il racconto vincitore per lo sport, “Formiche Rosse”, nel quale l’autore Teodoro Lorenzo ha confessato di aver descritto il personaggio principale ricordando un grande amico, Paolo, scomparso trent’anni fa e che ha lasciato una traccia indelebile nella sua vita.

Sara Gregori, la giovane sedicenne vincitrice della sezione giovani con “Voglia di Luna”, amante della poesia di Prevet, ad una domanda di Favetto (quale era stato il suo approccio alla scrittura) ha risposto dicendo che la sua passione è nata grazie ad un amico che l’ha invogliata a scrivere.

Scrittura come segno di riscatto ma anche di comunanza come ha ricordato Franco Massimo Maso, vincitore della sezione tema libero adulti con il racconto “Il Mancino”: il ricordo della sua professoressa di italiano del liceo, che aveva abituato alla scrittura, lui e i suoi compagni di classe, componendo lettere.

Alla fine della serata si è giunti ad una piacevole conclusione: iniziative come questa, Racconti Corsari, sono piccole-grandi risposte al bisogno di cultura e alle quali si deve dare fiato -come hanno sottolineato tutti gli ospiti chiamati ad intervenire da Stefano Tallia (giornalista Rai), Ferruccio Valsano (vicepresidente Uisp territoriale), Elena Miglietti (Coop), Gioacchino Maida (NovaCoop) a Massimiliano Bertini (assessore di Caselle).

Conclusa questa edizione già si pensa alla prossima con nuovi dettagli e integrazioni, come hanno ricordato i componenti della giuria di qualità, gli scrittori Borla, De Vecchi, Babbini e Bechis; una edizione che sicuramente libererà altre gustose passioni.

(Dario De Vecchis)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...