Archivio mensile:aprile 2010

1 MAGGIO – STAZIONE DELLE IDEE

Standard

Ecco un nuovo evento organizzato dai nostri amici di Parole&Musica e Circolo Berlinguer che il Circolo Letture Corsare vi consiglia.

Arriva il 1° MAGGIO e a Borgaro vogliamo tornare a festeggiare la Festa dei Lavoratori/trici ma anche di tutte/i  quelle/i che credono che il LAVORO è al primo posto nelle battaglie sociali. Difenderlo è sacrosanto, garantirlo altrettanto e renderlo sicuro ugualmente sia per la sicurezza dei luoghi nei quali si opera sia per mantenerlo. Abbiamo volentieri accettato lo stimolo di alcuni giovani in primis Daniele Chiarella per organizzare una festa con un canovaccio iniziale quello di farci star bene con musica, giochi e quant'altro. C'è anche la parte Gastronomica: il pranzo inizia alle 13 e ci si può prenotare entro il 24 Aprile alle 21 al 3335810808 risponde Michelangelo Bertuglia ma segnatevi anche il 3333945071 risponde Dario De Vecchis o scrivere a questa mail. Il pranzo consiste in un primo Pasta, secondo Grigliata mista (ma c'è una pietanza diversa per i vegetariani) con contorno e Sorbetto finale con Caffè, AmmazzaCaffè e Torta. Ovvio il vino e bevande compreso nel prezzo che è di 15 euro . Nel caso delle TORTE abbiamo organizzano la Terza edizione della Torta del Primo Maggio quindi cuoche o cuochi anzi pasticceri e pasticcere fatevi avanti ci sono ricchi premi alle migliori torte! Non c'è altro da scrivere aspettiamo la vostra adesione. al pranzo. Se volete raggiungerci nel pomeriggio trovate sempre qualcosa!!!

Alcune anticipazioni: la Festa si intitola "Primo Maggio alla Stazione delle Idee" e si svolgerà nell'ampio cortile della struttura che ci ospita. inizierà alle ore 13.00 con il Pranzo Popolare e alle ore 16.00 sotto la conduzione artistica di Daniele Chiarella il cantattore dei Fanali di Scorta partirà la vera e propria kermesse con la presenza di solisti e gruppi musicali. Intramezzati alle esibizioni musicali vari momenti ludici : dalla corsa con i sacchi al tiro alla fune, alla gara a premi della miglior torta, spazi di giocoleria per bambini e altre idee che verranno prodotte prima della giornata. Il pranzo verrà curato dai giovani cuochi della Trattoria della Posta Alessandra e Mirko con i quali è sempre più stretta la collaborazione per iniziative culturali e gastronomiche, dall' Epifania Letteraria alla Cena Vegetariana. Capofila dell'organizzazione oltre al Circolo Berlinguer sarà Parole e Musica onlus. Hanno aderito alla iniziativa al momento la sezione soci Coop di Borgaro, l'Uisp comitato territoriale Settimo e Ciriè, l'Ata delle Valli di Lanzo e Civica Movimento democratico. (Dario De Vecchis)

Annunci

CIRCOLO LETTURE CORSARE @ ECO DI TORINO

Standard

L'Eco di Torino parla ancora di noi e della serata di domani sera che vede impegnata alle ore 21 la nostra corsara Doriana De Vecchi nella presentazione del libro di Stefano Inches dal titolo "Piccola storia di una famiglia un po' eterogenea".
Ecco il link diretto alla notizia: http://www.ecoditorino.org/presentazione-del-libro-di-stefano-inches-al-circolo-letture-corsare-di-borgaro-29-aprile.htm

cacciolati eco di torinoNell'articolo si legge:

Autori esordienti: il libro di Stefano Inches al Circolo Letture Corsare di Borgaro (29 aprile)

<!– –>

28 / 04 / 2010 – Il Circolo Letture Corsare di Borgaro continua la sua attività con la presentazione anche questo mese di un autore esordiente: Stefano Inches.

Inches nasce a Gaeta nel 1959. A soli tre anni, si trasferisce a Roma con la famiglia. Nella capitale ha la sorte di frequentare nei primi anni della scuola elementare il maestro Albino Bernardini, un docente che si adopera per un sistema d'educazione innovativo all’epoca; un metodo che inciderà nella formazione di Stefano. A nove anni, la famiglia si trasferisce a Torino. Molto giovane, a venticinque anni, si sposa con Mariella e da lì inizia la loro avventura, raccontata in questo libro.
Una proposta letteraria che entra in un tema quanto mai attuale : la famiglia. "E’ un percorso di vita -ci ricorda Doriana De Vecchi, che presenterà l’autore e il libro giovedì nella sede del cenacolo letterario di via Diaz 15- nato da esperienze importanti e meravigliose che Inches racconta innanzitutto a se stesso”.

Il libro si snoda in un dato temporale ben preciso: l’agosto 1988, quando i due protagonisti, Stefano e Mariella, si presentano al tribunale dei minori per iniziare le pratiche d’adozione di un bambino. Un tema quanto mai complesso, che Inches ci fa rivivere nella lunga corsa, piena di ostacoli, affrontata dalla coppia con perseveranza e amore. Un'adozione raggiunta dopo tre anni: Dlvya, una bambina nata in India che entra a far parte della loro famiglia. L'autore da qui in avanti porta il lettore a scoprire la crescita del rapporto tra la bambina e la famiglia adottiva, soffermandosi sui momenti intensi vissuti con il -e dal- fratellino Marco.

In una recente intervista Inches non nasconde il carattere fortemente autobiografico di questo libro: “Mi piaceva l’idea di poter lasciare un messaggio di speranza. Nei momenti difficili della vita, nei momenti in cui la luce al fondo della galleria sembra tanto lontana o, addirittura non appare proprio, nei momenti in cui ci si sente, o meglio mi sono sentito perduto, solo la speranza mi è stata di aiuto. Mi sembra doveroso quindi, tentare di restituire, almeno in parte, ciò che la vita mi ha donato a piene mani”.

Un'opera che scatena come al solito diverse reazioni e sensazioni, lungo quel filo rosso che è proprio delle proposte letterarie presentate da autori giovani, emergenti ed esordienti, al Circolo Letture Corsare, dove convergono letteratura e tematiche sociali.

RICORDATE L'APPUNTAMENTO DI DOMANI

Standard

Prendiamo spunto dai due link che ne parlano per ricordare a tutti l'appuntamento per domani 29 aprile ore 21 presso la sede del Circolo Letture Corsare in Via Diaz 15 con Doriana De Vecchi che presenta il libro di Stefano Inches "Piccola storia di una famiglia un po' eterogenea", uno spaccato di vita, uno spunto per uscire fuori dal guscio e per parlare di argomenti tanto delicati quanto interessanti e coinvolgenti. Vi aspettiamo numerosi.

Info trovate anche su http://www.kimerik.it/News.asp  e su http://www.paroleemusica.org/index.php?pg=eventi.

Letture Corsare: insieme siamo una forza!

NUOVO APPUNTAMENTO CIRCOLO LETTURE CORSARE

Standard

Un nuovo succulento appuntamento è alle porte presso il Circolo Letture Corsare: Giovedì 29 aprile alle ore 21 nella consueta sede in Via Diaz 15 la nostra corsare Doriana De Vecchi presenterà il libro di Stefano Inches dal titolo "Piccola storia di una famiglia un po' eterogenea". Inizio della serata ore 21. Ecco il volantino della manifestazione

volanitno inchesBreve presentazione della serata:

"Piccola storia di una famiglia un po' eterogenea" è un percorso di vita, nato da esperienze importanti e meravigliose, che l'autore racconta innanzitutto a se stesso. Tutto ha inizio un giorno d'agosto dell'anno 1998, quando Stefano e Mirella si presentano al tribunale dei minori per incominciare le pratiche per l'adozione di un bimbo. La strada da percorrere è lunga e piena di ostacoli, ma l'amore e la perseveranza dei due futuri genitori fanno sì che, dopo circa tre anni, Divya entri a far parte della loro famiglia.
Stefano racconta nei dettagli il percorso compiuto in questi anni, dal primo incontro con Divya in India all'arrivo a casa insieme a lei, soffermandosi sui rapporti da subito positivi ed intensi con il fratellino Marco, un bambino "speciale" che, grazie all'aiuto di una famiglia solida e di insegnanti competenti e sensibili, riesce a superare molte delle sue difficoltà e a compiere progressi significativi, e che soprattutto apre completamente il suo cuore a Divya, in un'accettazione totale e incondizionata.
Mariella, Stefano, Marco e Divya: si completa così il mosaico di una famiglia sicuramente eterogenea, ma caratterizzata da un tessuto meraviglioso e inscindibile: l'amore.

QUESTA SERA – TRENO DELLA MEMORIA

Standard

Eccoci pronti per partire questa sera sul Treno della memoria, in un viaggio condotto da alcuni giovani borgaresi in collaborazione con il Circolo Culturale Ricreativo Borgarese Enrico Berlinguer, Parole&Musica, IN(contri)CU(lturali)BO(rgaresi).

Giovedì 22 aprile 2010 ore 21 Presso la Sala La stazione delle idee "Dalla negazione al recupero della memoria"

Accorrete numerosi. Ve lo consiglia il Circolo Letture Corsare!!!

volantino treno memoria

SERATA TRENO DELLA MEMORIA

Standard

L’evento che proponiamo questa settimana è organizzato dai nostri "cugini" di Parole&Musica ed il Circolo Berlinguer ed è un evento interessante che vi consigliamo.

QUANDO: Giovedì 22 Aprile ore 21
DOVE: Sede Parole&Musica in Via Diaz 15 – Borgaro Torinese
EVENTO: TRENO DELLA MEMORIA

Molte volte abbiamo riflettuto sul modo di come confrontarci con i giovani. Come rapportarci con loro e far comprendere i nostri ideali. In una società che ogni giorno elabora la Negazione come parola chiave per trasformare la società, la convivenza civile e in larga parte i giovani d’oggi sono i protagonisti passivi e attivi di tutto ciò. Si negano e si restringono i diritti all’esistenza, pensiamo solo alla recente notizia della negazione della mensa a dei bambini in una scuola di un comune lombardo a guida leghista. Comportamenti che hanno bisogno di risposte ma anche di attivare momenti di riflessione soprattutto con il confronto con gli uomini e donne del domani. Abbiamo così pensato che il 25 aprile con il suo bagaglio di valori potrebbe essere un momento vivo, vitale forse il più opportuno anche come simbolo di democrazia e partecipazione.Così abbiamo pensato a questa serata.
"Verso il 25 Aprile: dalla Negazione al recupero della Memoria" questo  il titolo dell’incontro che è stato organizzato giovedì 22 aprile alle ore 21 presso la nostra sede di Borgaro T.se insieme a ParoleMusica onlus. E’ un incontro particolare che abbiamo voluto sperimentare seguendo la traccia che da qualche tempo a questa parte cerchiamo di progettare: dare voce alle nuove generazioni. Quale occasione più ghiotta del 25 Aprile la Festa della Liberazione. Una festa che purtroppo coinvolge sempre meno cittadini e soprattutto meno giovani ogni anno, nonostante i notevoli sforzi che autorità e in primis l’Anpi svolgono per favorire non solo la parte istituzionale ma anche quella di riflessione di questa importante giornata per la nostra storia nazionale. Ci siamo così chiesti come attualizzare il messaggio del 25 aprile e come confrontarsi con i giovani che sempre di più latitano questa data facendone solo un giorno di vacanza. Ci è venuto incontro la notizia della presenza nell’edizione di quest’anno del Treno della Memoria di alcuni ragazzi borgaresi. In particolare di Enzo Lionetti al quale abbiamo chiesto se gli poteva piacere illustrare la sua esperienza del Treno e cosa aveva prodotto in lui. Il ragazzo ha accettato insieme alla sua insegnante Tina Di Gioia e ad altri suoi compagni di scuola di parlarci di questa esperienza attualizzando il messaggio e partendo da un altro dato: la negazione degli ultimi e l’impegno a non dimenticare. E’ un esperimento che quindi noi vogliamo organizzare con l’obiettivo di poter sempre di più collegare la nostra voglia di socialità a quella dei giovani che in questi anni  hanno sempre con costanza e partecipazione frequentato le nostre iniziative. Lo vediamo con il Circolo Letture Corsare gestito in larga parte da giovani, lo vedremo anche il 1 Maggio. Quindi riflettere sulla giornata della Liberazione con gli occhi e le teste dei giovani un impegno al quale speriamo siano interessati a partecipare il 22 Aprile in tanti per poter poi continuare con la partecipazione più convinta alla giornata del 25 aprile. Grazie dell’attenzione,speriamo e contiamo in una vostra partecipazione. (per il Circolo Berlinguer di Borgaro il presidente Dario De Vecchis)

CIRCOLO LETTURE CORSARE @ IL CANAVESE

Standard

Ennesima ma si spera non ultima soddisfazione per il Circolo Letture Corsare che è stato visto protagonista dell’articolo uscito sul giornale locale il Canavese.

IlCanaveseCircoloLettureCorsareSerra2010Aprile01

Nell’articolo si legge:

BORGARO (lsd) Giovani ed adolescenti degli anni ’90 sono stati i protagonisti della serata avvenuta nella sede delle associazioni di Via Diaz giovedì 11 marzo. Tema era la presentazione del libro di Emanuele Serra "La distanza che ci divide" edito dalla casa editrice "Il Filo" per la collana "Strade". Ad organizzare l’evento è stato il Circolo Letture Corsare mentre a presentare l’evento la scrittrice Doriana De Vecchi, animatrice appassionata del circolo letturario borgarese. L’autore del libro ha presentato il testo facendosi accompagnare dalla magica musica di Daniele Chiarella e dalle belle voci di Rossella De Chirico e Paola Chiarella. La De Vecchi ha subito animato la presentazione con un sagace colloquio che ha avuto come filo rosso la parola "distanza" e le 16 interpretazioni che aveva trovato nel testo. La sala era piena e il pubblico ha dimostrato di gradire molto le dissertazioni. Soprattutto si notava che la maggior parte degli auditori era giovane, segno di grande speranza per la cultura cittadina: "Abbiamo superato le più rosee previsioni e siamo davvero soddisfatti del risultato" ha detto Dario De Vecchis a nome del Circolo. A conclusione dell’incontro si è anche affrontato il tema principe del libro: "La generazione dei giovani degli anni ’90 mentre scrivevo quasi inconsapevolmente non avevo ben compreso la complessità" ha ammesso l’autore dialogando con il pubblico. Chiara la sensazione di "aver tolto un velo su di quelle generazioni incomprese e messe ai margini della nostra società" come ha ribadito per concludere Dario De Vecchis.