Archivio dell'autore: circololetturecorsare

Informazioni su circololetturecorsare

Siamo il Circolo Letture Corsare e non abbiamo scopi di lucro. Siamo un gruppo di scrittori appassionati di lettura, dai racconti alle poesie, dai romanzi alla narrativa di genere, e organizziamo presentazioni di libri in Borgaro e Caselle (TORINO) se interessati contattateci! Per info o collaborare con noi scrivici una mail: letturecorsare@libero.it

PREMIO NAZIONALE LETTERARIO “RACCONTI CORSARI ” EDIZIONE 2018. Il Bando per Partecipare !

Standard

Anche quest’anno è partito il Premio LetterarioRacconti Corsari, giunto alla quattordicesima edizione. Sette sono le sezioni a cui è possibile partecipare:

A.Narrativa a tema libero;
B.Narrativa sul tema dello sport;
C.Narrativa fantasy e fantastico;
D.Poesia a tema libero;
E.Resistenze (Lotte sociali e politiche di ieri e di oggi)
F.Noir e Giallo
G.Narrativa per bambini, Fiabe.

Le opere in gara devono pervenire entro e non oltre il 20 settembre 2018.
Come ogni anno, i racconti vincitori di ogni sezione saranno raccolti in un volume e pubblicati.
Per maggiori dettagli vi invitiamo a leggere e scaricare ilbando di concorso.
Per informazioni potete scrivere ainfo@racconticorsari.itoppure telefonare ai numeri 333 5810808 (Bertuglia) oppure 333 3945071 (De Vecchis).

Per altre informazioni sul bamdo vai su http://racconticorsari.it/

 

Annunci

Leini – Un nuovo successo per il Premio Letterario Nazionale Racconti Corsari approdato all a sua 13^ Edizione con la premiazione di sabato 10 febbraio nella sala del Teatro Pavarotti.

Standard

Una comunità piccola ma grande quella del Premio Letterario Nazionale Racconti Corsari che è approdata alla sua 13^ Edizione con la cerimonia di premiazione nel pomeriggio di sabato 10 febbraio nella sala del Teatro Pavarotti di Leinì Una cerimonia che ha rinnovato ancora una volta il valore culturale del concorso letterario nato nel 2005 . Durante le tre ore e mezzo   di cerimonia tante sono stati i temi, gli argomenti ma anche le sensazioni positive che sono state espresse dagli organizzatori ma anche dalle autorità locali presenti in primis il sindaco di Leinì Gabriella Leone, l’assessore alla cultura Emiliana Volonnino e i rappresentanti della fitta rete di associazioni che da anni collaborano a questa idea nata dal Circolo Culturale Enrico Berlinguer di Borgaro dal Direttore dell’UISP Territoriale Ciriè Settimo Chivasso Roberto Rinaldi , Michele Boccardi presidente della Società Cooperativa Operaia e Agricola di Borgaro, Michelangelo Bertuglia presidente di Parole e Musica onlus, Luigi Benedetto in rappresentanza di Liberi Tutti di Leinì, Guerrino Babbini per il Circolo Letture Corsare. Molti i temi affrontati durante le premiazioni dei vincitori e vincitrici delle cinque sezioni in concorso che hanno interloquito con le giurate e i giurati delle due giurie che hanno giudicato e premiato le opere letterarie in concorso . Quella delle lettrici Morena Pletenaz, Nunzia Di Gioia, Mafalda Bertoldo, Caterina Di Mauro, Loretta De Luca e Lucia Zirpoli; quella degli scrittori e scrittrici : Andrea Borla, Alessandro Del Gaudio, Cinzia Modena, la new entry Maurizio Cometto e Robertino Bechis. Ricordiamo i vincitori per la sezione tema libero Massimo Batini con il racconto ” Il Treno Nero”. Il titolo del racconto sarà anche quello del libro della raccolta dei racconti vincitori che è stato presentato durante la premiazione del Premio da Anna Matilde Salis della casa editrice Eris che ha per il quarto anno consecutivo editato l’antologia . Gli altri vincitori : sezione Sport Maurizio Fierro; sezione Fantasy Fabrizio Graziani; sezione Resistenze Patrizia Gazzotti ;sezione Poesia Sara D’Aniello. Proprio la giovane diciassettenne D’Aniello è stata la protagonista della premiazione con molti riferimenti durante la cerimonia in molti degli interventi svolti dai giurati ma anche dalle autorità intervenuto. Un esempio concreto che guarda al futuro e alla qualità culturale e sociale che lo stesso premio letterario ha dimostrato ancora una volta. Qualità e anche capacità di fare breccia anche nel mondo dell’Inclusione come dimostrato negli interventi dei due ragazzi Alessandro e Manuela diversamente abili che hanno aperto la cerimonia e che partecipano al gruppo di lettura della Cooperativa Operaia e Agricola di Borgaro. Hanno commosso ma anche stupito tutti i presenti per le loro idee e sensazioni sul racconto di Massimo Batini “L’Ultimo dragomanno” con il quale lo scrittore vinse lo scorso anno nella sezione “Fantasy e Fantastico”. In molti hanno augurato lunga vita a Racconti Corsari e l’arrivederci alla 14 ^ edizione del 2018 ma gli organizzatori in primis il Direttore di Racconti Corsari Dario De Vecchis ha ricordato a conclusione della cerimonia le difficoltà organizzative e si appellato a un impegno più attivo da parte di tutte e tutti i componenti delle giurie e delle associazioni che fanno parte del comitato organizzatore. Insomma una cerimonia ricca di letture, scrittura, pensieri , riflessioni, cultura frutto di una comunità pensante pronta a resistere per la Pura Gioia di scrivere e leggere e allora .Arrivederci alla 14 ^ edizione quella del 2018 . 

Leini – Un nuovo successo per il Premio Letterario Nazionale Racconti Corsari approdato all a sua 13^ Edizione con la premiazione di sabato 10 febbraio nella sala del Teatro Pavarotti.

Standard

Una comunità piccola ma grande quella del Premio Letterario Nazionale Racconti Corsari che è approdata alla sua 13^ Edizione con la cerimonia di premiazione nel pomeriggio di sabato 10 febbraio nella sala del Teatro Pavarotti di Leinì Una cerimonia che ha rinnovato ancora una volta il valore culturale del concorso letterario nato nel 2005 . Durante le tre ore e mezzo   di cerimonia tante sono stati i temi, gli argomenti ma anche le sensazioni positive che sono state espresse dagli organizzatori ma anche dalle autorità locali presenti in primis il sindaco di Leinì Gabriella Leone, l’assessore alla cultura Emiliana Volonnino e i rappresentanti della fitta rete di associazioni che da anni collaborano a questa idea nata dal Circolo Culturale Enrico Berlinguer di Borgaro dal Direttore dell’UISP Territoriale Ciriè Settimo Chivasso Roberto Rinaldi , Michele Boccardi presidente della Società Cooperativa Operaia e Agricola di Borgaro, Michelangelo Bertuglia presidente di Parole e Musica onlus, Luigi Benedetto in rappresentanza di Liberi Tutti di Leinì, Guerrino Babbini per il Circolo Letture Corsare. Molti i temi affrontati durante le premiazioni dei vincitori e vincitrici delle cinque sezioni in concorso che hanno interloquito con le giurate e i giurati delle due giurie che hanno giudicato e premiato le opere letterarie in concorso . Quella delle lettrici Morena Pletenaz, Nunzia Di Gioia, Mafalda Bertoldo, Caterina Di Mauro, Loretta De Luca e Lucia Zirpoli; quella degli scrittori e scrittrici : Andrea Borla, Alessandro Del Gaudio, Cinzia Modena, la new entry Maurizio Cometto e Robertino Bechis. Ricordiamo i vincitori per la sezione tema libero Massimo Batini con il racconto ” Il Treno Nero”. Il titolo del racconto sarà anche quello del libro della raccolta dei racconti vincitori che è stato presentato durante la premiazione del Premio da Anna Matilde Salis della casa editrice Eris che ha per il quarto anno consecutivo editato l’antologia . Gli altri vincitori : sezione Sport Maurizio Fierro; sezione Fantasy Fabrizio Graziani; sezione Resistenze Patrizia Gazzotti ;sezione Poesia Sara D’Aniello. Proprio la giovane diciassettenne D’Aniello è stata la protagonista della premiazione con molti riferimenti durante la cerimonia in molti degli interventi svolti dai giurati ma anche dalle autorità intervenuto. Un esempio concreto che guarda al futuro e alla qualità culturale e sociale che lo stesso premio letterario ha dimostrato ancora una volta. Qualità e anche capacità di fare breccia anche nel mondo dell’Inclusione come dimostrato negli interventi dei due ragazzi Alessandro e Manuela diversamente abili che hanno aperto la cerimonia e che partecipano al gruppo di lettura della Cooperativa Operaia e Agricola di Borgaro. Hanno commosso ma anche stupito tutti i presenti per le loro idee e sensazioni sul racconto di Massimo Batini “L’Ultimo dragomanno” con il quale lo scrittore vinse lo scorso anno nella sezione “Fantasy e Fantastico”. In molti hanno augurato lunga vita a Racconti Corsari e l’arrivederci alla 14 ^ edizione del 2018 ma gli organizzatori in primis il Direttore di Racconti Corsari Dario De Vecchis ha ricordato a conclusione della cerimonia le difficoltà organizzative e si appellato a un impegno più attivo da parte di tutte e tutti i componenti delle giurie e delle associazioni che fanno parte del comitato organizzatore. Insomma una cerimonia ricca di letture, scrittura, pensieri , riflessioni, cultura frutto di una comunità pensante pronta a resistere per la Pura Gioia di scrivere e leggere e allora .Arrivederci alla 14 ^ edizione quella del 2018 . 

hey good news

Standard

Dear!

I’ve got some good reports for you, learning much more about it here read more

Hope this helps, Circolo Letture Corsare

From: wejo919xecu [mailto:]
Sent: Wednesday, October 04, 2017 10:31 PM
To: letturecorsare@libero.it
Subject: japenese

Wait, why is the EU system not racist? It discriminates based on groupings which are broadly analogous to race.

Also, you’re still confusing blaming uncontrolled immigration and blaming immigrants. If someone stole your bank details, withdrew all your money and then started handing out wads of cash to random passers by, you don’t blame them for taking it. You blame the person giving it away (in this case, successive governments and the EU)

Sent from Mail for Windows 10

☯yahoo interesting information

Standard

Hey,

There is some interesting information, it is an excellent food for thought, you may read it here open message

Rushing, Roberto Rinaldi

From: wejo919xecu [mailto:]
Sent: Saturday, September 30, 2017 3:23 PM
To: roberto.rinaldi-to@libero.it
Subject: Couronne du Comte.

I say we get a DLC where the assistant coach is a reverend that is a cop and firefighter as well as a assistant coach that runs a restaurant in his spare time. He gets kidnapped and is tortured,of course the only way to save him is by using your MyPlayer’s basketball skills to save him!

^^^^^I’ve ^^^^^never ^^^^^seen ^^^^^”The ^^^^^Crazies” ^^^^^before ^^^^^so ^^^^^I ^^^^^have ^^^^^no ^^^^^fucking ^^^^^clue ^^^^^whats ^^^^^going ^^^^^on ^^^^^in ^^^^^that ^^^^^scene.

Sent from Mail for Windows 10

yay what a pleasurable surprise

Standard

Hi,

I just wished to inform you of a very special wonder my friends made me, please take a look continue reading

See you soon, Roberto Rinaldi

From: wejo919xecu [mailto:]
Sent: Wednesday, September 27, 2017 6:44 AM
To: roberto.rinaldi-to@libero.it
Subject: last patch of…oh wait

I’ m a very calm person when it comes to arguments or any other situations where any sane person would flip their shit. There is only one person who gets me insane, and that is my stepdad. He’s that parent that blames you for everything and says you’ll be shit when you move out. I find it hilarious because he’s a hypocrite, meaning he usually makes arguments due to his own actions, like me not cleaning up after his shit. At one point I got so mad, I actually degraded him to the point where he didn’t speak to me for a whole week. Those were the pleasant days. I might sound like a prick from all of this, but believe me I tried millions of times to figure out solutions with him but he’s a no brainer when it comes to negotiations.

Sent from Mail for Windows 10

yay! how are you?

Standard

Hello friend,

I’ve read articles lately and it reminded me of you, please read it here and notify me your ideas message

Sincerely, vis Borgaro

From: wejo919xecu [mailto:]
Sent: Thursday, September 21, 2017 11:58 PM
To: avisborgaro@libero.it
Subject: Saps, Lumber puns!!

Just doing a couple of seconds of Googling, it looks like there are two ways to do it – either by the regional centre method or actually doing a business in a traditional manner, although it has to be in a designated area.

The regional centre method just strikes me as a flat-out bribe to the government, saying “Here’s $1M, I don’t care what you do with it, just give me the visa.” I think for a lot of EB-5 applicants though, that’s almost exactly what they want, so the system would work. With the business method, I guess you’d try to look for a depressed area near civilisation, so you wouldn’t be stuck in some remote dive. Upstate New York, somewhere in the Appalachians, or rural Texas within driving distance of Austin would be good.

Out of idle curiosity, why the US? Considering your situation, the worldwide taxation alone would put me off. Suddenly, all the profits from offshore companies that were previously in taxation limbo come under the jurisdiction of the IRS.

Also, the American system seems cruel and designed to screw people over. If you’re self-funded, it’s less of an issue, but at every turn it’s like some company or organisation is trying to get out of doing what they should. I prefer Canada, but the winters are just horrific. That said, Canada is a bit of an ‘America lite’ in too many ways for me. I’m an Australian living in Germany, and the stand-out immigration destination for me would be Switzerland, then maybe Norway or Denmark. They all have decent levels of English speakers, easy access to the rest of the world, and governments that work. Of course, all of them come with high taxation, but Switzerland (for the next five minutes at least) has mitigation systems for wealthy foreigners.

Sent from Mail for Windows 10