Archivi tag: incontri

FESTA DEL PRIMO MAGGIO – SOLIDARIETA' – CULTURA – MUSICA

Standard

Si rinnova anche quest'anno  il tradizionale “Pranzo del 1° Maggio”  che verrà allestito nel cortile della nostra sede a Borgaro in via Diaz 15 e cucinato dai giovani gestori della Trattoria della Posta. Il prezzo è di 15  euro (compreso di antipasti, primo, secondo, contorno, dolce e caffè) ci si può prenotare entro il 29 aprile presso la trattoria della posta oppure scrivendo a letturecorsare@libero.it 

Un' occasione per partecipare e da non perdere e che speriamo sia estesa a tante persone per raggiungere un obiettivo concreto quella della PARTECIPAZIONE e SOLIDARIETA'.

Quest'anno c'è poi una novità grande sarà un Primo Maggio per Borgaro all’insegna della festa e della riflessione. Questo in sintesi le linee guida dei promotori “storici”  a Borgaro della Festa del lavoro  le associazioni Parole e Musica onlus e Circolo Berlinguer. Abbiamo pensato di allargare la festa . Abbiamo così chiesto all’assessore alla cultura di Borgaro Chiancone un incontro e proposto di poter coinvolgere i cittadini borgaresi e le associazioni del territorio anche fuori dalla cinta daziale di Borgaro  che lo vorranno per organizzare, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, una festa di piazza . I primi dettagli tecnici sono stati definiti:

piazza della Repubblica e le vie limitrofe saranno il luogo della festa, dove verrà allestito un palco dal quale si esibiranno gruppi musicali giovanili e l'orchestra dell'UNITRE di Torino.

A coordinare la parte artistica è stato chiamato Daniele Chiarella, il re del FreakRoll, che già in passato ha proposto sue performance con il gruppo dei Fanali di Scorta. Chiediamo a tutte le associazioni locali di partecipare creando spazi propri dove poter allestire momenti di partecipazione, di gioco ma anche di informazione sulle loro attività .

RACCONTI CORSARI ALLE LIBRERIE COOP DI TORINO! SABATO 16 APRILE

Standard

Il premio letterario Racconti Corsari nato a Borgaro sbarca a Torino è avrà la sua consacrazione alle Librerie Coop di piazza Castello sabato 16 aprile a partire dalle ore 16,00. Un momento magico per gli organizzatori del premio! Nella centralissima libreria verrà presentato il libro pubblicato della Edizioni Parole e Musica che raccoglie i racconti vincitori della sesta edizione. Questa occasione sarà anche il lancio ufficiale della settima edizione che però è già partita dallo scorso mese di febbraio.

I vincitori della sesta edizione saranno presenti e affiancati dai membri della giuria di qualità composta dagli scrittori Andrea Borla, Guerrino Babbini, Robertino Bechis, Marco Cattarulla e Doriana De Vecchi .

All’incontro sarà presente anche Gian Luca Favetto, lo scrittore che da sei anni è il presidente del concorso . Nell’occasione verrà ricordato da parte di Gioacchino Maida della direzione soci e consumatori NovaCoop  la figura di Michele Caputo, compianto dirigente della cooperativa, che contribuì fin dalla prima edizione di “Racconti Corsari” all’organizzazione del premio e alla partecipazione diretta della Coop nel comitato patrocinatore attraverso le sezioni dei soci di Borgaro e Ciriè.

(Per il comitato organizzatore del premio letterario Racconti Corsari Dario De Vecchis)

NUOVO APPUNTAMENTO GIOVEDì 14 APRILE con NARETTO / BORLA / BECHIS

Standard

Nuovo appuntamento letterario al Circolo Letture Corsare di Borgaro giovedì 14 aprile a partire dalle ore 21. Nel tradizionale spazio di via Diaz 15 viene presentato il libro di  Danilo Naretto “La Ciliegina all’occhiello” edito dalla Robin Edizioni per la collana “Lus Blue”.

CopertinalibroNaretto
 L’autore, bibliotecario a Ciriè, propone  nel libro  “una vicenda, tra storia, invenzione e divertenti paradossi, si svolge in Francia durante la guerra dei Cento Anni , subito dopo il 1360, anno della pace di Bretigny.. Il protagonista principale del racconto è il nobile cavaliere Raymond de Plafond signore di Boulagna, una fantomatica terra dall’incerta localizzazione geografica occupata dalle truppe inglesi comandate del Principe Nero. Raymond è un eroe leale, democratico e balzano, si circonda di alcuni patrioti per opporsi all’invasore con azioni di guerriglia”.
BechisBorla

A presentare il libro saranno Robertino Bechis e Andrea Borla , curatori per il convivio letterario borgarese di altre riuscite presentazioni. Durante la presentazione verranno proposti letti alcune brani del libro da Diego Garzino. Un’occasione da non perdere per gli amanti della lettura.
(Per il Circolo Letture Corsare Dario De Vecchis )
 

CIRCOLO LETTURE CORSARE @ IL RISVEGLIO per la serata con Jacopo Barison

Standard

Ancora un articolo che parla del successo della serata con Jacopo Barison ed il suo libro "28 grammi dopo" magistralmente presentato dallo scrittore Maurizio Cometto nella sede del nostro Circolo Letture Corsare.
Questa è la volta de "Il risveglio".

CircoloLettureCorsareBarisonIlRsveglio2011marzo03
Nell'articolo si legge:

LA RIVELAZIONE LETTERARIA DI BARISON – I 28 GRAMMI DOPO BARISON

Borgaro – L'ennesimo appuntamento di successo quello andato in scena giovedì scorso presso la sede del Circolo Letture Corsare di Via Diaz. Ospiti del circolo sono stati il giovane scrittore torinese Jacopo Barison, e la sua ultima fatica letteraria "28 grammi dopo". Un incontro, quello moderato da una vecchia conoscenza del Circolo, Maurizio Cometto, curioso e singolare complice anche le acute provocazioni dell'autore. Che allap rima domanda, difficile da non fare a chi decide di mettere parte di sè, nero su bianco, sulle pagine di un libro: "come mai hai deciso di pubblicare un libro?". ha risposto "mi piaceva il cinema, ho provato a girare dei video ma non è andata bene. allora ho scelto la strada della letteratura ma se non riesco neanche qui mi metterò a cercare un lavoro". una risposta che a molti ha evocato un vecchio libro di Luca Goldoni. E su questo tenore è proseguita la serata. Tra momenti di confessione "Ho cambiato scuola perchè sono stato bocciato… non ho mai frequentato alcun corso di scrittura" e piccoli segreti relativi al libro "daniel, il protagonista del racconto, nella prima stesura del libro moriva. un finale che però non piaceva all'editore e quindi è stato cambiato. anche se questa varaizione non intacca il messaggio del racconto". E se Barison ha giocato a provocare, il pubblico non è stato da meno, mettendo per esempio in dubbio il fatto che proprio lui, con la sua giovane età, potesse essere l'autore di un libro così appassionante e ben scritto. La risposta migliore è stata una risposta indiretta. Barison non è un bluff, e lo ha dimostrato discettando senza problemi di filosofia e di autori russi, citando in film di Bunuel e Bellocchio. e, come ha già fatto, regalando in futuro, con i suoi romanzi, altri momenti di ottima lettura.

CIRCOLO LETTURE CORSARE @ IL CANAVESE per la serata con J. Barison 28 grammi dopo

Standard

Ricca e appetitosa la rassegna stampa che ha visto protagonista l'amico del Circolo Letture Corsare, lo scrittore Maurizio Cometto, impegnato nella presentazione del libro di Jacopo Barison "28 grammi dopo".

Questa è la volta del Canavese.

CircoloLettureCorsareIlCanaveseBarison2011marzo02
Nell'articolo si legge:

28 GRAMMI DOPO – BARISON E' GIA' UNA PROMESSA

Borgaro Torinese – Grande l'interesse del pubblico che venerdì 24 febbraio presso la sede del Circolo "Letture Corsare" di Via Diaz, ha incontrato il giovane scrittore Jacopo Barison. La domanda scontata: "a soli 20 anni come fai a scrivere così bene?". il suo primo libro "28 grammi dopo" edito da Voras Edizioni è un mix di sapiente e garbata provocazione. Fin dalla prima domanda postagli dall'altro ospite eccellente, Maurizio Cometto, si è cercato di comprendere quali sono le ragioni che lo hanno portato a pubblicare il libro. Barison ha voluto provocare rispondendo: "Mi piaceva il cinema, ho provato a girare deiv ideo ma non è andata bene allora ho scelto la strada della letteratura ma se non ci riesco mi metterò a cercare un lavoro". Spiazzante ma allo stesso tempo con una buona dose di realismo questa risposta dello scrittore che non ha nascosto i suoi limiti dicendo: "ho cambiato scuola perchè sono stato bocciato e non ho fatto nessun corso di scrittura".Limiti che non hanno intaccato la voglia di conoscere, leggere, fare esperienze come il personaggio principale di "28 grammi dopo": Daniel. "un personaggio che potrebbe contenere alcune note autobiografiche ma che non sono essenziali per tracciare la sua figura", ha chiarito l'autore svelando poi che nella prima stesura del romanzo Daniel doveva morire ma che l'editore si è opposto a questo finale "che però non ha intaccato il messaggio del libro". Noi de "il canavese" ringraziamo Dario De Vecchis del Circolo per la collaborazione e i materiali inviati sulla bella serata.

NUOVO APPUNTAMENTO GIOVEDì 10 MARZO PORTA DI CONFINE DI DORIANA DE VECCHI

Standard

Ecco in vista un nuovo appuntamento per il nostro Circolo Letture Corsare, un evento molto particolare. Il nostro scrittore corsaro Alessandro Del Gaudio coordinerà e presenterà il nuovo romanzo della nostra corsara Doriana De Vecchi dal titolo "Porta di confine".

Quando: Giovedì 10 marzo ore 21
Dove: Via Diaz 15 – Sede Parole & Musica onlus

Ecco la locandina dell'evento:
porta di confine c letture corsareNella locandina si legge:

"Questo libro che stai trattenendo tra le mani è la mia porta di confine. Puoi entrare, la porta è aperta. Io sono in fondo alla stanza buia, circondata da muri di carta intonsi che scriverò ogni giorno finché avrò cuore per emozionarmi. Ti aspetto mentre ripasso i contorni dei ricordi affinché non sbiadiscano nel tempo. Danzo con le mie parole nel giorno qualunque. Osservo e ti aspetto, lettore, sulla linea che divide la realtà dall'immaginazione, tra ciò che si concede al mondo esterno e ciò che invece fa parte della propria anima. Disegno su di un vetro appannato di respiri il simbolo dell'infinito perché vivo senza spazio e senza tempo. La copertina è la maniglia della mia porta di confine. Non sei obbligato ad aprirla. Mi chiedo solo se tu hai il coraggio di farlo"
 
Per info: www.portadiconfine.splinder.com
 Non c’è limite tra lettore e scrittore, né tra anime affini che condividono lo stesso spazio e lo stesso tempo. La scrittura e la musica, protagoniste di questo viaggio nei meandri della mente, esprimono emozioni che la natura umana non sa trattenere, riscattano la fiducia in se stessi, sublimano l’angoscia. Divya e Charlie si muovono tra il percepire ed il ragionare, restando in equilibrio sulle loro fragilità e la loro intimità. Sono ombre vestite di luce che si illuminano a loro volta, mentre gli istanti si riducono a frammenti di tempo e gli spazi li costringono nella loro inquietudine. L’empatia è un legame di pelle che sfiora i confini dell’essere. La creatività è il mezzo per raccontare momenti che si sfogliano come indelebili pagine di vita. Gli occhi dell’autrice ci permettono di riconoscere l’esigenza di vivere il quotidiano e inducono a ritrovare la fiducia in se stessi e nelle persone capaci di sfiorare la nostra porta di confine.
Doriana De Vecchi: autrice del romanzo noir thriller “Fogli sgualciti…” (2006, ELC Edizioni). Una fotografa, una scrittrice, un’anima pulsante di vitalità ed entusiasmo… una porta di confine da esplorare.

NUOVO EVENTO: presentazione "28 grammi dopo" di J. Barison a cura di M. Cometto

Standard

Nuova proposta del Circolo Letture Corsare di Borgaro T.se . Questa volta protagonista della nuova presentazione sarà il giovane scrittore Iacopo Barison con il libro “28 grammi dopo” edito dalle edizioni Voras. L’appuntamento per motivi di salute dello scrittore era saltato lo scorso ottobre ed ora  è fissato per giovedì 24 febbraio alle ore 21 in via Diaz 15 a Borgaro presso la sede di  Parole e Musica onlus

barison Barison non ha scritto una storia semplice, tutt’altro, ma lo ha fatto scrivendo “maledettamente” bene vista anche la sua giovane età : 22 anni! Come circolo letterario siamo convinti della scelta di proporre Barison  perché abbiamo pensato dopo la lettura del libro che c’è fortunatamente chi ancora scrive con gusto! L’autore ha scritto con “ 28 grammi dopo “ una storia generazionale ma ci piace sottolinearlo senza retorica o spunti morali. Il personaggio principale e l’Io narrante è il giovane Daniel che vive a Milano, alla periferia della città sbarcando il lunario con mille accorgimenti e per la nostra visione del mondo ormai troppo intrisa di comodi e standardizzati preconcetti si vorrebbe da subito gettare dalla consueta torre. Ad introdurre e a colloquiare con Barison abbiamo invitato un altro scrittore amico del Circolo Letture Corsare : Maurizio Cometto. Cometto era stato nostro ospite l’anno scorso con la presentazione della sua raccolta  di racconti “L’incrinarsi di una persistenza”. Una nuova occasione da non perdere per gli amanti della lettura e i curiosi di nuovi talenti. L’ingresso è libero! Per il Circolo Letture Corsare Dario De Vecchis
CircoloLetrtureCorsareSerataBarison2011febbraio24

CIRCOLO LETTURE CORSARE @ IL RISVEGLIO per la serata con Hussain Nazari

Standard

Il Risveglio, giornale locale, ha trovato di particolare interesse la serata proposta dal nostro circolo in occasione della presentazione del libro "Mi brucia il cuore" del profugo afghano Hussain Nazari e ha scritto un articolo molto bello, toccante, cinico e diretto almeno quanto l'autore protagonista dell'incontro.
Siamo qui a proporvelo, cogliendo l'occasione per ringraziare i giornalisti e la redazione, per la preziosa collaborazione.

CircoloLettureCorsareSerataNazari2011febbraio03Nell'articolo si legge:

"Mi brucia il cuore", l'odissea di un giovane profugo
 
Borgaro – libro di estremo interesse, quello presentato venerdì scorso dal Circolo Letture Corsare presso la sede di Via Diaz. "Mi brucia il cuore", questo è il titolo del volume proposto da Caterina Di Mauro, racconta la storia vera vissuta dall'autore, Hussain Nazari, un giovanissimo profugo afghano, da qualche anno residente nel nostro paese: "è la cronaca di un viaggio che si svolge materialmente nel ritorno in Afghanistan di Hussain, per cercare la madre e la sorella e condurle in Pakistan per assicurare loro migliori condizioni di vita" – ha spiegato la Di Mauro "una cronaca raccontata a voce dal protagonista a Paola Tarino, insegnante del Ctp Saba di Torino, che ha poi provveduto a trascrivere su carta le sue parole e a trasformarle in un libro". La cronaca di un viaggio, quindi, ma anche un ritratto fedele del paese asiatico, la cui realtà è molto diversa da quella che quotidianamente i media ci propongono. La democrazia che i servizi televisivi raccontano è una lontana parente di quella che gli afghani respiravano negli anni '70 e '80. La corruzione è dilagante. Molto dell'interesse dimostrato dai paesi europei è dettato da motivi di puro interesse economico e geopolitico. Le lotte intestine tra le varie etnie sono state alimentate ad arte. Insomma, l'Afghanistan conosciuto da Hussein bambino e quello che a lui è stato raccontato dagli anziani oggi non esistono più. Oggi esiste una realtà di guerra: "mi hanno chiesto se credo nel paradiso – ha concluso Hassain – Ho risposto che ci credo. Credo che il paradiso sia questo mondo. Ma lo stiamo rovinando".

CIRCOLO LETTURE CORSARE @ IL RISVEGLIO per la serata di Hussain Nazari

Standard

Come anticipato nei giorni scorsi è stata ricca la Rassegna Stampa per la serata di Hussain Nazari al nostro Circolo. Questa è la volta dell'articolo apparso sul Risveglio.

CircoloLettureCorsareserataNazariIlRisveglio2011gennaio27Nell'articolo si legge:

"Memorie da profugo"
 
Borgaro – Il libro del profugo afgano Hussain Nazari "Mi brucia il cuore" curato da Paola Tarino, insegnante del CTP Saba di Torino, sarà presentato venerdì 28 gennaio a Borgaro alle 21 dal Circolo Letture Corsare nella sede di Via Diaz 15. "Un'iniziativa di stretta attualità e che a ben vedere potrà suscitare molta attenzione visto la presenza di un giovane testimone diretto di quel conflitto sempre più vicino alla quotidianità della nostra nazione", spiega il presidente del convivio letterario borgarese Dario De Vecchis. Il libro sarà illustrato da Caterina Di Mauro: "è la cronaca di un viaggio che si svolge materialmente nel ritorno in Afghanistan, dall'Italia, di Hussain Nazari, per ritrovare la madre e la sorella e condurle in Pakistan, dove potrà assicurare loro migliori condizioni di vita. Rappresenta anche un viaggio interiore in cui riemergono ricordi e testimonianze ereditate dall'ascolto degli anziani. Il racconto di viaggio viene consegnato al lettore a viva voce, direttamente trascritto dalle registrazioni verbali. Lo scriba è Paola Tarino. Il libro si trasforma in un coro a due voci che mescola le riflessioni mature, a tratti crude e dure, di un adolescente costretto a crescere troppo in fretta per adattarsi al suo destino".