Archivio mensile:settembre 2010

CIRCOLO LETTURE CORSARE @ IL CANAVESE con GIANLUCA FAVETTO

Standard
 

Continuano le soddisfazioni per il Circolo Letture Corsare che è stato nuovamente inserito nella rassegna stampa culturale del Canavese per quanto riguarda la serata di presentazione dell'audiolibro di Gianluca Favetto dal titolo "I nomi fanno il mondo " ed il racconto "Diventare pioggia".

CircoloLetturCorsareILCanaveseSeratraFavettoPresentazione2010settembre22
Nell'articolo si legge:

LETTURE CORSARE – GIOVEDì 23 SETTEMBRE "Sperimentazione letteraria" alle ore 21 – in Via Diaz.
 
STORIE DI TRATTORIA CON GIANLUCA FAVETTO
 
Borgaro Torinese – Interessante appuntamento del Circolo Letture Corsare: giovedì 23 settembre cu sarà una "sperimentazione letteraria" che vedrà come protagonista lo scrittore Gianluca Favetto. Favetto presenterà il suo audiolibro "I nomi fanno il mondo" edito dalla casa editrice "Il narratore". Questa proposta letteraria che viene letta ad alta voce avrà come prologo l'allestimento nella sala di uno spazio che raffigurerà una sorta di trattoria dove verso la mezzanotte due amici si ritrovano a meditare, chiacchierare intorno ad un buon bicchiere di vino e si raccontano alcune storie che hanno come protagonisti le persone ed i nomi che portano. Appuntamento presso la sede di Parole&Musica onlus in Via Diaz 15. A conclusione verrà presentato il racconto, sempre di Favetto ed edito dalla casa editrice Manni "Diventare Pioggia". L'iniziativa rientra nell'ambito del Settembre Borgarese 2010.
Annunci

PROSSIMI APPUNTAMENTI CIRCOLO LETTURE CORSARE

Standard

Carissimi Lettori e appassionati del Circolo Letture Corsare,
 è con gioia che vi comunichiamo che da oggi è attiva la sezione scorrevole e aggiornata dei prossimi appuntamenti del Circolo, per segnarvi le nostre serate anzitempo sulle vostre agende e restare in contatto con noi.
Check it out –> colonna di destra del sito nella sezione "Prossimi appuntamenti"

Circolo Letture Corsare – insieme siamo una forza!

CIRCOLO LETTURE CORSARE @ IL RISVEGLIO con DANIELE CHIARELLA

Standard

Continua la Rassegna Stampa che vede come protagonista il nostro Circolo Letture Corsare. E' infatti uscito sul "Risveglio" un articolo che parla della serata di presentazione del libro "Leon e Isabelle " di Daniele Chiarella

CircoloLettureCorsareIl RisveglioSerataChiarella2010settembre09
Nell'articolo si legge:

SERATA CULTURALE DEDICATA A DANIELE CHIARELLA
 
BORGARO – Le parole, quelle del libro "Leon e Isabelle" e le musiche, quelle dei "Fanali di Scorta", protagoniste di una serata, quella di sabato scorso, ruotata attorno a Daniele Chiarella, autore del volume edito dalla casa editrice "Parole & Musica" e leader del gruppo "Fanali di scorta". Il tutto organizzato, oltre che dalla stessa "Parole & Musica" anche dal "Circolo Berlinguer", dalla sezione dei Soci Coop, dalla Uisp Territoriale e dal Circolo Letture Corsare.
"E' una storia che avevo in mente da tempo – spiega l'autore – una storia che riguarda una donna speciale, mia nonna, e i suoi ricordi degli anni della guerra. Un volume basato sui suoi racconti, e che finalmente ho avuto modo e tempo di scrivere". Un libro scritto quasi di getto, e che è stato da stimolo per Chiarella, anche dal punto di vista musicale: i "Fanali di Scorta", infatti, prossimamente entreranno in sala di incisione per registrare il nuovo lavoro. "Come casa editrice – spiega Dario De Vecchis – siamo particolarmente soddisfatti per questa nuova pubblicazione. Un libro che va nella direzione che ci siamo dati, quella cioè di dare spazio ai giovani scrittori, o, comunque, a tematiche che riguardino da vicino il mondo dei giovani. In questo caso, poi, si è trattato di un'operazione di recupero della memoria storica, che altrimenti sarebbe andata persa, nella quale l'autore è riuscito a far emergere non solo la drammaticità della guerra, ma anche tutte le contraddizioni che un evento bellico porta immancabilmente con sè". (l.b.)

ECO DEL LIBRO – CIRCOLO LETTURE CORSARE – Recensione libro BARISON dal titolo "28 grammi dopo"

Standard

Continua la collaborazione tra l'Eco di Torino ed il Circolo Letture Corsare nell'ambito della rubrica di recensione libri denominata "L'ECO DEL LIBRO".

cacciolati eco di torinoLink diretto all'articolo: http://www.ecoditorino.org/recensione-28-grammi-dopo-diiacopo-barison-eco-del-libro.htm

Nell'articolo si legge:

Recensione: 28 Grammi Dopo, di Iacopo Barison (Eco del Libro)

<!– –>

21 / 09 / 2010 – Quinto capitolo del settimanale appuntamento con la lettura da noi consigliata, attraverso la rubrica "Eco del Libro".

Una storia semplice non ha bisogno di una prosa forbita e neanche di un attenzione meticolosa nella struttura come nelle parole. Una storia semplice può essere buttata giù quando si vuole, basta sia corretta. Una storia semplice non ha bisogno di tanti accorgimenti, inizia e si conclude quando si vuole, forse senza chiederci neanche il perché la si scrive o che funzione sociale possa avere la sua trama o conclusione.
Un premessa utile per introdurre il lettore al libro di Iacopo Barison “28 grammi dopo”. Barison non ha scritto però una storia semplice, tutt’altro, ma lo ha fatto scrivendo “maledettamente” bene e con semplicità. Ci ha colpito, lo diciamo subito, la sua giovane età: 22 anni! Abbiamo pensato: meno male, c’è chi scrive ancora con gusto, e visto il tempo naturale che ha da trascorrere in questo mondo ci saranno altre occasioni di lettura. Barison costruisce così una storia generazionale e ci piace sottolinearlo senza retorica o spunti morali. Il personaggio principale e l’Io narrante è il giovane Daniel che vive a Milano, alla periferia della città, sbarcando il lunario con mille accorgimenti e per la nostra visione del mondo, ormai troppo intrisa di comodi e standardizzati preconcetti, si vorrebbe da subito gettare dalla consueta torre.
Tira a campare e vive ai margini. La sua giornata ha un suo inizio e una sua conclusione; in mezzo, ci sono più o meno prove da affrontare che evita accuratamente per il suo bisogno personale di trasgressione, quello della droga. Daniel ne prova di tutti i tipi, tanto che diventa un esperto del settore (almeno così lo delinea Barison), con una conoscenza degli effetti di certe sostanze che lascia attoniti e che si possono comparare a certe pagine di Bukowski… Strano personaggio questo Daniel. Accettiamo però le sue provocazioni: dalle truffe informatiche, al bisogno di paradisi artificiali che lo fanno scendere a patti con la malavita, più o meno organizzata ma pur sempre pericolosa; alle sue amicizie caotiche con Said e Orlando (che potrebbero essere protagonisti di altri romanzi), alle diverse esperienze sessuali, alle esperienze lavorative, al rapporto con il mondo degli adulti segnato da una quanto mai improbabile e pulp morte del padre. Daniel ci fa pensare, ci fa anche in qualche sua avventura ridere. E', bene o male, un novello Ulisse che vive le proprie esperienze come quella tragica ma anche mitica della vacanza a Budapest con i suoi amici. Alzi la mano chi non ha mai vissuto una esperienza nella quale si è lasciato andare totalmente e che ancora ricorda con malinconia, anzi, come dicono i brasiliani, saudade.
Barison gioca molto con le coincidenze, la fatalità o la relatività.
28 grammi dopo… un esordio letterario semplicemente da gustare.

(Dario De Vecchis)

28 Grammi Dopo
di Iacopo Barison
Voras Edizioni
2010
139 pagine
13 euro

GIOVEDì 23/09/10 CIRCOLO LETTURE CORSARE – FAVETTO ed il suo audiolibro I NOMI DEL MONDO

Standard
Ecco il volantino della serata di giovedì 23/09/10 ore 21 che vede protagonista Favetto con il suo audiolibro "I nomi fanno il mondo" nella sede del Circolo Letture Corsare in via Diaz 15 – Borgaro (nell'ambito delle manifestazioni del settembre borgarese).
Questa proposta letteraria che viene letta ad alta voce avrà come prologo l'allestimento nella sala di uno spazio che raffigurerà una sorta di trattoria dove verso la mezzanotte due amici si ritrovano a meditare, chiacchierare intorno ad un buon bicchiere di vino e si raccontano alcune storie che hanno come protagonisti le persone e i nomi che portano.
 
Lo scrittore verrà accompagnato durante la serata dal gruppo dei Fanali di Scorta.
 
A conclusione della kermesse letteraria e musicale verrà presentato il racconto sempre di Favetto ed edito dalla casa editrice Manni "Diventare Pioggia".

favetto 230910

Accorrete numerosi!

PROSSIMO EVENTO CIRCOLO LETTURE CORSARE – FAVETTO con l'audiolibro "I NOMI FANNO IL MONDO"

Standard

Una vera e propria sperimentazione letteraria quella che viene organizzata dal Circolo Letture Corsare di Borgaro  il prossimo giovedì 23 settembre presso la sede di Parole e Musica onlus in via Diaz 15 . Sperimentazione che vedrà come protagonista lo scrittore Gian Luca Favetto. Favetto presenterà il suo audiolibro “ I nomi fanno il mondo” edito dalla casa editrice “Il Narratore”.Questa proposta letteraria che viene letta ad alta voce avrà come prologo l’allestimento nella sala di uno spazio che raffigurerà un sorta di trattoria dove verso la mezzanotte due amici si ritrovano a meditare, chiacchierare intorno ad un buon bicchiere di vino e si raccontano alcune storie che hanno come protagonisti le persone e i nomi che portano. Favetto  ha infatti raccolto nel suo audiolibro 41 brevissimi racconti  che saranno il filo conduttore dell’incontro. Incontreremo personaggi come Alvise fantasia che abita in una regione dove le città sono passaggi a livello senza treni e senza binari, oppure Gunter Volk che lavorava in una fabbrica di birra ma …non sapeva un granchè di birra oppure Kennedy Rkunda che era stato un soldato bambino. Tanti personaggi con piccole e grandi storie da raccontare. Lo scrittore ricorda nella presentazione del suo lavoro letterario che i racconti sono “Piccoli romanzi in venti righe, o poco più. Prose che contengono intere storie, anche epiche, ed epoche. Una voce racconta e nomina il mondo attraverso una serie di ritratti ed esperienze, di volti e nomi. Così facendo, produce memoria…Tutti portano un pezzo della loro vita, sia quelli che in queste pagine risultano scritti, sia coloro che ci vengono per leggere e ascoltare. Sono cotti in uno scatto, in un istante. Sembrano una fotografia. Ma l’immagine si muove, così come si muovono le parole. Dentro, passa il tempo…”. Lo scrittore verrà accompagnato durante la serata dal gruppo dei Fanali di Scorta. Si ricompone così una fortunata esperienza che già nel passato sempre al Circolo Letture Corsare si era realizzata con la presentazione del libro “Le stanze di Mogador”. A conclusione della kermesse letteraria e musicale verrà presentato il racconto sempre di Favetto ed edito dalla casa editrice Manni “ Diventare Pioggia” Ricordiamo che l’iniziativa rientra nell’ambito del Settembre Borgarese 2010 e ha il patrocinio dell’amministrazione locale. Per il Circolo Letture Corsare Dario De Vecchis
 

ECO DEL LIBRO / CIRCOLO LETTURE CORSARE: Recensione Adesso Basta di Simone Perotti

Standard

Continua la collaborazione tra CIRCOLO LETTURE CORSARE e L'ECO DI TORINO per la rubrica ECO DEL LIBRO.
cacciolati eco di torino
Link diretto all'articolo: http://www.ecoditorino.org/recensione-adesso-basta-di-simone-perotti-eco-del-libro.htm

Nell'articolo si legge:

Recensione: Adesso Basta!, di Simone Perotti (Eco del Libro)

<!– –>

Quarto capitolo del settimanale appuntamento con la lettura da noi consigliata, attraverso la rubrica "Eco del Libro".

14 / 09 / 2010 – Basta ai luoghi comuni, all'alienazione dell'esistenza di tutti i giorni, all'omologazione, ai consumi a tutti i costi, al dover lavorare per guadagnare di più, per poter spendere di più, per potersi indebitare e mostrare a qualcuno che neppure ci conosce o ci ama l'ultimo modello del fuoristrada che siamo riusciti a comperare.
Un sistema costruito attraverso i decenni ci dice cosa dobbiamo consumare e cosa no, cosa dobbiamo comperare e cosa no. Uomini che corrono ogni mattina allineati entro code interminabili, lungo strade intasate, chiusi nelle loro automobili d'argento ad inseguire un benessere che non sarà mai il loro benessere interiore ma soltanto la realizzazione di uno status, che oltre al proprio comfort, permetterà loro di mostrarsi al resto della società come persone realizzate.
Uomini schiavi del tempo e dei tempi imposti dal proprio lavoro. Ma il lavoro non impone solo i tempi. Non di rado esso impone un codice d'abbigliamento, il luogo dove dobbiamo vivere, in uno spazio che, spesso, è rappresentato dalla grande città. Un lavoro che impone e detta la modalità in cui potremo godere delle ferie e del tempo libero, se ne avremo l'opportunità. Un lavoro che ci induce spesso a mangiar male, in modo concitato, in locali affollati, magari accanto agli stessi colleghi di lavoro che non abbiamo certo scelto noi.

Simone Perotti, ex manager d'azienda, ha lavorato ad alto livello per quasi vent'anni. Ce lo racconta in un libro rivelazione, quasi un'analisi introspettiva dei motivi che l'hanno convinto a lasciare tutto per ritrovare i motivi autentici della propria esistenza. Edito da Chiarelettere, il libro è uscito lo scorso anno con un titolo che da solo ne esprime il contenuto: "Adesso Basta!"
Ci sono voluti anni perchè un uomo con una buone dose di coraggio, spirito di introspezione e desiderio di cambiare vita si scrollasse di dosso i legami di un'esistenza incatenata agli obiettivi della carriera e del potere. Nel suo libro testimonianza, Simone Perotti ci racconta di come, dopo anni di preparazione mentale e di costruzione delle condizioni per fare il grande passo, sia veramente riuscito a realizzare in pieno il concetto di downshifting, ovvero, scalare marcia e rallentare i ritmi della propria esistenza. Il downshifting è un fenomeno cresciuto nei paesi anglosassoni ed esprime il bisogno di ridurre i propri ritmi di vita e financo il proprio salario pur di aumentare e realizzare un livello di libertà altrimenti irraggiungibile. La libertà, conferma Perotti, non consiste soltanto nell'affrancarsi dal lavoro o da un lavoro divenuto alienante, ma consiste soprattutto nella possibilità di poter fare ciò che ci piace, nei tempi e nei modi che riteniamo più opportuni, senza vincoli sovrastrutturali, senza obblighi imposti da altri. Oggi l'autore vive lontano dalla grande città, è riuscito a realizzare la sua grande passione per la scrittura, svolge i lavori più disparati oltre ad essere riuscito ad assecondare un'altra grande passione, quella per il mare. Cita Seneca il nostro autore: "Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare". Parafrasando il grande filosofo Simone Perotti ci dice di essere riuscito a cogliere il giusto abbrivio nella direzione della libertà. La libertà di agire e di essere.

(Robertino Bechis)

Adesso Basta
di Simone Perotti
Chiarelettere
2009
288 pagine
14 euro

Le altre recensioni

<!– –>