Archivio mensile:giugno 2014

Stile Libero 2014 Martedì 17 giugno una appassionata presentazione de “Il Decalogo” al Ci rcolo Letture Corsare con Andrea Borla, Maurizio Cometto e la Piccola Sartoria Drammatica.

Standard

Un’incontro quello che abbiamo organizzato al Circolo Letture Corsare per la presentazione del libro “Il Decalogo” curato dal nostro Andrea Borla ed edito dal Il Foglio Letterario che non solo ci ha appassionato ma anche ripagato degli sforzi piacevoli che facciamo da ormai cinque anni con il nostro convivio. La sala di via Diaz 15 piena di gente. Molti amici certo perché giusto così ma anche facce nuove per assistere ad un libro fuori dagli schemi, ricco di spunti di dibattito e discussioni. Certo come ho premesso all’inizio della serata non è facile presentare una raccolta di racconti anche se legati a filo doppio al tema dei 10 comandamenti. Mi aiutato in questo Andrea Borla un curatore raffinato e creativo e con lui un altro amico del Circolo Maurizio Cometto che ha scritto uno dei racconti del Decalogo. Il racconto di Cometto fuori dai suoi standard letterari mi ha aiutato ha costruito quella matassa intorno alla quale si è snodata la serata. Il racconto di Cometto entra all’interno di una famiglia, un normale nucleo familiare che possiamo incontrare tutti i giorni. L’occhio indiscreto dell’autore smonta la normalità di questa famiglia, si scopre un tradimento incestuoso tra suocera e genero e la voglia di uccidere da parte del marito/suocero. Un racconto geniale come sa essere geniale Cometto e allora ho capito che l’interno di quella famiglia era ripetuto in altri ambiti in molti dei racconti del “Decalogo” e da questo punto originale e da altri presi sempre dal racconto di Cometto è andata avanti il confronto con Borla . Andrea non si è sottratto a nessun imput o a qualche provocazione anzi si è comportato come quello che lui chiama il suo alter ego Piero Scacchi. La presentazione del libro è quindi cresciuta sperimentando nuovi percorsi anche da quelli già costruiti o che ne rappresentano la traccia o il canovaccio preparato per presentare il libro. Ecco abbiamo destrutturato anche martedì il 17 giugno un nuovo libro e ci siamo divertiti come di solito sappiamo fare noi di Letture Corsare perché così ci piace e piace anche a chi viene a trovarci e magari a collaborare come Diego Garzino e Barbarakay Cisterna, loro bravi attori e lettori della Piccola Sartoria Drammatica. Un bel libro ha bisogno di questo approccio e di questa piccola ma godibile magia e così lo è stato per “Il Decalogo” e Andrea Borla…Parole di Dario De Vecchis

Annunci

Stile Libero 2014 martedì 17 giugno Andrea Borla presenta “Il Decalogo-Dieci racconti per violare i comanda menti di Dio” al Circolo Letture Corsare con Maurizio Cometto e le letture della Piccola Sartoria Drammatica.

Standard

Nuovo appuntamento per Stile Libero 2014 la rassegna organizzata dal Circolo Letture Corsare che dopo il riuscitissimo appuntamento di lunedì 9 giugno a Torino al Caffè Basaglia con il giornalista Luca Rastello e il suo libro “I Buoni” ritorna a Borgaro nella sede di via Diaz 15 e propone martedì 17 a partire dalle ore 21 il libro “Il Decalogo- Dieci racconti per violare i comandamenti di Dio”. E’ una raccolta edita dal Il Foglio Letterario e curata da Andrea Borla, uno dei più prolifici scrittori del nostro territorio e tra i componenti del convivio letterario borgarese. Una raccolta che fa seguito ad un’altra pubblicata lo scorso anno dal titolo “Pater Noster” sempre curata da Borla che così ci presenta questo nuovo libro pubblicato all’inizio di giugno e quindi fresco di stampa “ I Dieci Comandamenti appaiono come precetti lontani, distanti nel tempo e dalla quotidianità della vita. Per alcuni rappresentano soltanto un ricordo dei giorni del Catechismo e si legano a immagini di vecchie suore vestite di nero.Norme e precetti che ci vincolano come obblighi o comportamenti che scegliamo liberamente di tenere se vogliamo camminare nella luce di Dio? Questo è l’altalenante equilibrio su cui si regge la nostra vita. Gli autori dei racconti di questa raccolta dimostrano come i Comandamenti siano ancora attuali e come l’uomo non riesca ad allontanarsi dalle forme, sempre nuove e rinnovate, in cui si manifesta il Male. Voi… quali comandamenti avete violato?”. Siamo curiosi di saperlo. Durante la serata ci saranno letture di alcuni brani curate dalla Compagnia teatrale Piccola Sartoria Drammatica e la presenza di uno degli autori dei racconti Maurizio Cometto oltre al curatore Andrea Borla e coordina Dario De Vecchis. Ovviamente l’ingresso è libero.

15 June, 2014 20:41

Standard

Stile Libero 2014 martedì 17 giugno Andrea Borla presenta “Il Decalogo-Dieci racconti per violare i comandamenti di Dio” al Circolo Letture Corsare con Maurizio Cometto e le letture della Piccola Sartoria Drammatica.

Nuovo appuntamento per Stile Libero 2014 la rassegna organizzata dal Circolo Letture Corsare che dopo il riuscitissimo appuntamento di lunedì 9 giugno a Torino al Caffè Basaglia con il giornalista Luca Rastello e il suo libro “I Buoni” ritorna a Borgaro nella sede di via Diaz 15 e propone martedì 17 a partire dalle ore 21 il libro “Il Decalogo- Dieci racconti per violare i comandamenti di Dio”. E’ una raccolta edita dal Il Foglio Letterario e curata da Andrea Borla, uno dei più prolifici scrittori del nostro territorio e tra i componenti del convivio letterario borgarese. Una raccolta che fa seguito ad un’altra pubblicata lo scorso anno dal titolo “Pater Noster” sempre curata da Borla che così ci presenta questo nuovo libro pubblicato all’inizio di giugno e quindi fresco di stampa “ I Dieci Comandamenti appaiono come precetti lontani, distanti nel tempo e dalla quotidianità della vita. Per alcuni rappresentano soltanto un ricordo dei giorni del Catechismo e si legano a immagini di vecchie suore vestite di nero.Norme e precetti che ci vincolano come obblighi o comportamenti che scegliamo liberamente di tenere se vogliamo camminare nella luce di Dio? Questo è l’altalenante equilibrio su cui si regge la nostra vita. Gli autori dei racconti di questa raccolta dimostrano come i Comandamenti siano ancora attuali e come l’uomo non riesca ad allontanarsi dalle forme, sempre nuove e rinnovate, in cui si manifesta il Male. Voi… quali comandamenti avete violato?”. Siamo curiosi di saperlo. Durante la serata ci saranno letture di alcuni brani curate dalla Compagnia teatrale Piccola Sartoria Drammatica e la presenza di uno degli autori dei racconti Maurizio Cometto oltre al curatore Andrea Borla e coordina Dario De Vecchis. Ovviamente l’ingresso è libero.

Stile Libero 2014 9 giugno ore 21 al Caffè Basaglia di Torino presentazione del libro “I Buoni” d i Luca Rastello. Un romanzo che apre un crudele squarcio sul mondo dell’associazionismo solidale!

Standard

I Buoni categoria negli umani quanto mai difficile da cercare nella nostra società. Tanta retorica intorno a loro che viene alimentata da una miriade di gesti e parole tante parole. Parole principali al sono solidarietà, volontariato, impegno. Parole che legano esperienze le più varie e che ricercano sempre il “Bene Comune”. Basta fare una breve ricerca su Google con una semplice domanda .”Quante sono le associazioni di volontariato in Italia?”. Ecco la risposta ” C’è da strabuzzare gli occhi! Le istituzioni non profit coinvolte nel censimento Istat sono la bellezza di 474.765, quasi il doppio rispetto alle 235.000 del precedente censimento. Sono suddivise in diverse tipologie: associazioni culturali, sportive e ricreative, cooperative sociali, fondazioni, enti ecclesiastici, organizzazioni di volontariato, organizzazioni non governative, sindacati, istituzioni di studio e ricerca, di formazione, mutualistiche e sanitarie, ovvero tutte le istituzioni definite come “unità giuridico-economiche dotate o meno di personalità giuridica, di natura privata, che producono beni e servizi destinabili o non destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, non hanno facoltà di distribuire, anche indirettamente, profitti o altri guadagni diversi dalla remunerazione del lavoro prestato ai soggetti che l’hanno istituita o ai soci”. Una mare magno dove perdersi ma guai a toccarlo o criticarlo ma Luca Rastello ha scritto un libro dal titolo semplice “I Buoni” edito da Chiare Lettere e si è scatenata una polemica che ha messo sotto accusa una delle associazioni principali del mondo associativo italiano : Libera. Questo perché il romanzo di Rastello, giornalista di Repubblica e con una grande esperienza di quel mondo associativo ha descritto una realtà associativa “In punta di piedi” molto ma molto simile a Libera con troppe analogie nel racconto alla realtà . Un racconto spietato che vede come protagonista una ragazza dell’Est dal nome floreale e composto:Azalea. La conosciamo all’inizio del libro come Aza ragazzina dei cunicoli, esile e fortissima, scampata a un passato di fogna e violenza con la forza dell’ambizione. Aza conosce due volontari Andrea e Mauro e decide di partire per una nuova esperienza in Italia. E approda in Italia e arriva alla corte di don Silvano e della sua associazione dove lavorano tanti buoni volontari. Il percorso di Aza pare guidato dalla buona sorte ma le contraddizioni e la realtà è più amara del sipario che viene costruito. Rastello è spietato e anche la sua scrittura non concede troppo al manierismo e alla retorica è infatti molto cruda tratto costante di tutta la sua produzione giornalistica. Il Circolo Letture Corsare ha così deciso di proporlo insieme all’Arci di Torino all’interno della rassegna Stile Libero 2014. L’appuntamento è per lunedi 9 giugno a partire dalle ore 21,00 al Caffè Basaglia in via Mantova 34 a Torino partecipa oltre a Rastello anche il presidente del comitato territoriale dell’Arci di Torino che interloquiranno con Dario De Vecchis coordinatore del Circolo Letture Corsare di Borgaro.