Archivio mensile:luglio 2011

ECO DEL LIBRO – CIRCOLO LETTURE CORSARE – RECENSIONE LIBRO RITORNO A CASA

Standard

Ecco una nuova recensine di libri apparsa sul giornale Eco di Torino in collaborazione con lo staff del nostro circolo letture corsare. quseta è la volta di Dario De Vecchis che ci propone il libro Ritorno a casa di N. Radojcickane

cacciolati eco di torinoLink diretto all'articolo:
http://www.ecoditorino.org/recensione-ritorno-a-casa-di-natasha-radojcic-kane-eco-del-libro.htm
nell'articolo si legge:

 

Recensione: Ritorno a casa, di Natasha Radojcic-Kane (Eco del Libro)

<!– –>

http://www.facebook.com/plugins/like.php?href=http://www.ecoditorino.org/recensione-ritorno-a-casa-di-natasha-radojcic-kane-eco-del-libro.htm&layout=box_count&show_faces=true&width=51&action=like&colorscheme=light&height=65&locale=it_IT

07 / 06 / 2011 – Recensione numero trentasei per il settimanale appuntamento con la lettura da noi consigliata, attraverso la rubrica "Eco del Libro".

Un libro dal sapore amaro quello che vi proponiamo e che ricorda la guerra nei Balcani scoppiata vent’anni fa. "Ritorno a casa", della scrittrice slava Natasha Radojcic-Kane, è un'opera letteraria che riflette sul dopoguerra e sugli enormi strascichi che porta nelle esistenze di chi ha subito il conflitto e cerca un riscatto che non trova. Il protagonista del libro, Halid, ha infatti molti conti in sospeso nel suo paese e il ritorno a casa sarà pieno di momenti amari e pieni di riflessioni. Halid è un soldato che torna da Sarajevo fregiandosi del titolo di eroe ma così non è. Fa i conti con una realtà che nonostante le vicende della guerra è rimasta immutata nelle sue divisioni religiose, politiche e razziali. Halid ha voglia di cambiare ma non può e forse non vuole liberarsi del passato; ha voglia di incontrare la madre ma l'arrivo a casa è ritardato di continuo da diversioni e incontri di vecchi amici, nemici e amori. Ha con se infatti molti soldi che sono frutto di una brutta vicenda avvenuta in prima linea. Si vuole disfare di quel bottino macchiato di sangue, del giovane sangue di una donna. Pensa di riscattare con i soldi un figlio mai riconosciuto ad una donna che lo tiene in ostaggio. Non vi riesce e allora gioca una terribile partita a carte con l'avversario più terribile: il capo degli zingari del villaggio. Un uomo attorniato da persone temibili e giovani donne disposte a tutto. Gioca e perde. Capisce così che nessuno vuole capire il suo dramma e l'unica motivazione delle persone che gli sono accanto è quella di togliergli il suo tesoro.
Questa opera prima della Radojcic-Kane, è sicuramente un ottimo libro scritto con freddezza, in uno stile rigoroso per i fatti e i gesti raccontati e ci da sicuramente con lucidità il quadro di una Bosnia ancora oggi attaversata dall'odio e da una guerra che “brucia sotto la cenere”.

(Dario De Vecchis)

Ritorno a casa
di Natasha Radojcic-Kane
Adelphi
176 pagine
13,50 euro

Annunci